La Storia

Il coro

Il coro ha origine nella comunità parrocchiale “N.S. di Fatima” di Pinerolo, quando un gruppo di amici dà vita alla Cantoria con l’intento di animare le liturgie domenicali.
Alla guida del piccolo nucleo di cantori c’è il M° Franco Prompicai.

Strada facendo il gruppo si consolida, grazie anche all’arrivo di nuovi elementi, ed il repertorio si arricchisce e diversifica. Il piacere di stare insieme, la voglia di cantare e il desiderio di portare il canto fuori dal proprio ambito stimolano la Cantoria ad assumere, nel 1981, anche la veste di coro popolare.
Ecco allora l’idea di “Cantiamo per Amore“, rassegna natalizia che nel 2009 ha compiuto 25 anni, durante i quali sono state promosse iniziative benefiche a favore di svariate associazioni no-profit in Italia e all’estero.
Nel 1991, alla scomparsa del Maestro, il coro subisce un profondo trauma e la sua attività si divide: la parte con funzione liturgica diviene indipendente da quella prettamente popolare che viene affidata all’attuale Maestro: Umberto Neri.
Nuove voci si uniscono all’organico originale, voci di giovani animati dall’entusiasmo del “cantare insieme” e questo permette al repertorio di fiorire ulteriormente esplorando nuovi generi, spaziando dal popolare al sacro, dal classico al gospel, al contemporaneo.
Nel 1995 nasce la rassegna ”Cantincoro” alla quale partecipano cori provenienti da ogni parte d’Italia e anche dall’estero, accomunati dallo spirito di amicizia e dalla passione per la musica.
Nel 2006, per celebrare i suoi primi 25 anni spinto anche dall’affinamento delle sue potenzialità, grazie alla passione ed alla sensibilità del Direttore, il coro ha prodotto il suo primo cd intitolato ” In…Canto”.
Inoltre per festeggiare le “nozze d’argento” in concomitanza con i Giochi Olimpici Invernali, ha voluto accanto a sé i cori delle città gemellate con Pinerolo: “Les Cordeliers” di Gap (Francia) e “Chiemgau” di Traunstein (Germania) dei quali era stato ospite in passato.
Nel 2009 “Cantiamo per Amore” cede il testimone a “In coro verso il Natale” con la partecipazione di tutte le corali Pinerolesi, ma lo spirito di solidarietà ed il fine benefico restano immutati.
Nel 2010 un secondo cd: “Singing for Brazil” nato per l’Associazione “Amici di Joaquim Gomes” di Piossasco a sostegno delle missioni religiose in Brasile.
Il Coro ha al suo attivo numerosi concerti in Italia e all’estero, ha partecipato per due volte al Festival Internazionale di Canto Corale della Val Pusteria, si è misurato in con corsi regionali e nazionali conseguendo risultati lusinghieri.
Nel 2016 per festeggiare i 35 anni di attività il coro ha presentato “Anelli di Stagioni” un concerto-spettacolo ideato e realizzato in collaborazione con la regista Teresina Carrera.
L’idea nasce dal desiderio di raccontare la propria storia cercando di far assaporare al suo fedele pubblico la bellezza del far parte di un coro, la gioia del far musica insieme, la soddisfazione di impegnarsi in gruppo, nonostante le difficoltà, per condividere un’esperienza unica, sempre nuova e stimolante.
Oggi la Corale Franco Prompicai, sorretta dall’affetto del pubblico, stimolata dal desiderio di migliorare, guidata dalla sensibilità del Maestro, continua il suo percorso accogliendo con entusiasmo nuovi elementi, nello spirito di amicizia che lega i suoi componenti e impegnandosi per offrire sempre nuove emozioni.

Franco Prompicai, nasce a Pinerolo il 2 Novembre 1937, e fin dalla tenera età egli rivela una grande passione per la musica.
Diplomatosi geometra nel 1957, viene assunto al lavoro in miniera presso la società “Talco e Grafite Val Chisone”. Ciò gli permette di intraprendere, da privatista, gli studi musicali, seguendo le lezioni del M° Enore Zaffiri e di conseguire, presso il conservatorio “G. Verdi” di Torino, prima il diploma di Musica Corale e Direzione di coro, ed in seguito, nel 1966, il diploma di Composizione.
Negli anni 70 dirige per il coro “Bric Boucie”, e negli anni 80 fonda il coro che ora porta il suo nome. E’ autore di alcune composizioni e di raffinate armonizzazioni, improntate al “recitar cantando”.
Scompare improvvisamente il 27 Gennaio 1991, ma il suo ricordo e la sua impronta caratterizzano ancora oggi il Coro.